05 Giugno, 2017

Golden Gala: Dibaba-Obiri per un 5000 da sogno

Allo Stadio Olimpico di Roma, giovedì 8 giugno, sfida tra la primatista mondiale dei 1500 e la capolista stagionale

di Giorgio Cimbrico

Quella dell’Olimpico è una pista che ai 5000 ha dato molto: quest’anno si celebrano sia i 60 anni del record mondiale di Vladimir Kuts, sia il trentennale della prima discesa sotto i 13 minuti ad opera di Said Aouita, il piccolo e proteiforme principe del deserto. Capitò nel Golden Gala che precedette i Mondiali di Roma ’87.

Un anno fa, nell’appuntamento italiano della Diamond League, un altro primato del mondo vacillò. La leggerissima, quasi eterea, Almaz Ayana minacciò i domini di Tirunesh Dibaba, soprannominata la killer gentile per gli spietati finali portati da una fanciulla dal visetto così mite: 14:12.59, meno di un secondo e mezzo dal 14:11.15 di nove anni fa al Bislett, in un crescendo di applausi, in un’onda di incitamenti. Vista a posteriori, la corsa dell’Olimpico può esser archiviata come la premessa della galoppata di Rio, quando Almaz chiuse in uno zatopekiano 29:17.45, in fondo alla più grande gara della storia: quattro sotto i 30 minuti e Vivian Cheruiyot, seconda, nei pressi del terrificante tempo di Wang.

Qualche giorno dopo, alla ricerca della doppietta, Ayana venne stritolata dal gioco di squadra delle keniane, spesso accusate, come i colleghi maschi, di scarso spirito tattico. Il titolo andò alla piccola e simpatica Vivian, nel frattempo passata ai 42 km, e l’etiope, essenziale come una figura fusa dal grande Alberto Giacometti, rimediò il terzo posto, piegata da Hellen Obiri, che può apparire quasi offensivo definire supergregaria o prima luogotenente. E’ giusto ricordare anche la terza delle Orazie che contribuirono a stroncare Ayana: Mary Cherono, quarta.

Al faccia a faccia con Genzebe Dibaba, uno dei piatti forti della serata dell’8 giugno, Hellen si presenta da primatista mondiale di stagione: con il 14:22.47 di Shanghai la 27enne, nata a Kisii, nel distretto di Nyanza, non lontano dal confine con la Tanzania, è diventata la sesta di tutti i tempi, preceduta da un quartetto di etiopi (Tirunesh Dibaba, Almaz Ayana, Meseret Defar e Genzebe Dibaba) e dalla connazionale Vivian, davanti per poco più di un secondo e mezzo, 14:20.87.

Per spargere spezie sulla sfida, la prima contro la seconda del 2017: a Eugene, nel venerdì dedicato a Joan Benoit, primo oro olimpico della maratona in rosa, Genzebe è diventata protagonista di un serio attacco al record della sorella più anziana - ai 3000 metri 8:39.21 contro 8:38.83 - prima che l’andatura subisse una flessione e l’ennesimo frutto maturato sull’altopiano di Bekoji chiudesse in 14:25.22, a dieci secondi dal record personale firmato due anni fa a Saint-Denis. Era alla sua seconda gara dell’anno dopo l’1:59.27 sugli 800 di Doha, alle spalle delle robustone Caster Semenya e Margaret Wambui, un record personale che in realtà non dice molto: nel periodo in cui scrisse il suo capolavoro monegasco (3:50.07) e, a seguire, conquistò il titolo a Pechino, Genzebe sapeva offrire tempi a ripetizione sotto i 2 minuti in allenamento o all’interno di gare iniziate “lento pede”.

Hellen, che oltre all’argento di Rio è stata campionessa mondiale indoor a Istanbul 2012 e vicecampionessa a Sopot 2014, ha scelto i 1500 a Eugene bruciando, secondo gergalità ippiche, per una corta incollatura la scozzese Laura Muir, appena al di là dei 4 minuti. Davanti, l’armoniosa figuretta di Faith Kipyegon, sotto la barriera nelle due uscite concesse dalla campionessa olimpica.

TV - Tre ore di diretta sulle reti RAI per il Golden Gala. La prima parte sarà dalle ore 19.30 alle 21.15 su RaiSport, per proseguire dalle ore 21.15 e fino alle 22.35 su Rai 3. La trasmissione sarà quindi disponibile gratuitamente su tutte le piattaforme: terrestre, via satellite e in diretta streaming sul web, all’indirizzo www.raiplay.it.

LA BIGLIETTERIA ONLINE
ORARIO e PROGRAMMA GARE

BIGLIETTI - Partita la corsa ai biglietti per il Golden Gala Pietro Mennea - in programma l'8 giugno 2017 allo Stadio Olimpico di Roma - che possono essere acquistati nei punti vendita di TicketOne, Ticketing partner del meeting della Capitale, e sul sito della compagnia, all’indirizzo www.ticketone.it (nella sezione sport, o cercando Golden Gala nel motore di ricerca interno al sito). Questi i prezzi dell’edizione 2017 (al netto dei diritti di prevendita):
    Monte Mario Arrivi: 30,00 Euro - Ridotto under14: 15,00
    Monte Mario Partenze: 20,00
    Tribuna Tevere, Distinti Arrivi: 15,00
    Curve e Distinti (esclusi i Distinti Arrivi): 5,00

In più, è attiva anche la biglietteria del Foro Italico, a Roma (viale delle Olimpiadi 61, ex Ostello: apertura dal lunedì al venerdì, 10:00-13:00, 14:00-17:00).

La stagione della IAAF Diamond League 2017 per discipline
Le Diamond Races per meeting

SEGUI IL GOLDEN GALA PIETRO MENNEA SU Facebook - Instagram @goldengala_roma - Twitter @goldengala_roma